Strade di parole

Strade di parole.

Immaginare, in me mago agere.

Leopardi sosteneva che la bellezza della poesia stesse nella sua capacità di stimolare la nostra immaginazione e farci così evocare  quella felicità,  quel piacere assoluto altrimenti introvabile nel nostro mondo finito. Trovava questo potere nelle parole, parole che dovevano essere scelte attentamente, vaghe e indefinite, che mostrassero immagini in grado di colmare quella sete di  infinito.

E non è forse questa la magia delle parole? Permetterci di mostrare e vedere un mondo  più poetico, più bello, più affascinante.

Quello che  Leopardi però non vedeva è che un mondo meno grigio non si può solo immaginare, si può anche vivere, e intendo dimostrarlo.

“il mondo è una mia rappresentazione”, così credeva Schopenhauer, riteneva che fosse la nostra volontà a dare una forma alla realtà. E questo ci lascia una libertà immensa: pensare che tutto ciò che ci circonda è creato in realtà dai nostri desideri ci permette di vivere in mondo perfettamente adatto a noi stessi, ci esclude la possibilità di avere una visione completa finita e assoluta della verità dell’universo ma da allo stesso tempo molta più importanza come singoli di quanto noi stessi ci attribuiamo.  D’altronde  ormai dovremmo aver capito che tutto ciò che esiste, dagli atomi alle galassie, non esiste perché noi possiamo comprenderlo, ma perché noi possiamo vivere e esistere con esso.

Ed è proprio per vivere con esso e sentirci parte di un’esistenza più ampia e più perfetta,per ristabilire il contatto con una coscienza più profonda, per sentir scorrere in noi la vita più pienamente,  che cerchiamo nei viaggi spettacoli sublimi, indescrivibili. In questo senso di appartenenza ritroviamo la speranza, il desiderio e la volontà di vivere.

Quello che intendo costruire sono “strade di parole” , viaggi  in cui sarò accompagnata da musica, libri, poesie, dipinti, arte, dalla bellezza della vita, da parole mie e di altri.

Questo è quello che mi propongo ogni volta che mi accingo a partire per una nuova meta e che mi trovo con una penna in mano: riempire il mio mondo che senza la bellezza sarebbe un foglio bianco.

Sara Giannessi

Annunci

4 thoughts on “Strade di parole

  1. Leggendo questo articolo credo che anche tu abbia la straordinaria capacità di rendere il nostro mondo finito più bello, ma sopratutto riesci a renderlo così poetico da dimenticarsi di ciò che non va. Non vedo l’ora di poter iniziare questo viaggio su queste “strade di parole” e poter vedere paesi mai visti con occhi di una persona che riesce ad andare oltre ciò che si può vedere normalmente, una persona che riesce ad avere un panismo con ciò che la circonda e riuscire a descriverlo e facendo così meravigliare le persone che non hanno queste capacità. Sono pronta a partire insieme a te e alle tue parole!!!

    Mi piace

    1. Grazie!
      La canzone ho l’impressione di conoscerla, forse mi è capitato di ascoltarla ma non mi è rimasta impressa. Sicuramente è una canzone piacevole da ascoltare, porta uno strano senso di pace, l’idea di una vita che è piena ma allo stesso tempo è un andare avanti tranquillo, che non porta a una meta precisa. Sembra una ballata dei tempi antichi, di quelle che hanno qualche insegnamento da portare.
      Spero di aver dato una risposta soddisfacente. Grazie comunque per avermi fatto sentire una bella canzone.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...